L'astronomo francese Charles Messier (1730-1817) è rimasto famoso anzitutto per il catalogo che porta il suo nome, quindi per aver scoperto 16 comete, oltre ad averne osservate in totale 41; nel Settecento, infatti, uno dei settori astronomici più attivi ed interessanti era costituito dalla ricerca e dallo studio delle comete.

Poichè certi deboli oggetti nebulari potevano a prima vista venire scambiati per comete, in particolare per comete prive di coda in quanto ancora lontane dal perielio, l'operato innovativo di Messier si esplicò nell'elencare tali oggetti sfumati, asssegnando loro un numero e, soprattutto, precisando le loro coordinate celesti.

Di fatto, il catalogo di Messier viene a comprendere la quasi totalità degli oggetti più belli, maggiormente conosciuti e di più agevole osservazione del cielo profondo, per lo meno relativamente alla porzione di cielo visibile dalle latitudini temperate settentrionali della Terra. Il catalogo contiene 110 oggetti, numerati da M 1 a M 110.

Di seguito le mie migliori foto degli oggetti Messier.

 

      Mappa oggetti Messier